Postepay Vs Paypal

Confrontiamo due fra i metodi di pagamento più usati per l’e-commerce.

In Italia uno dei più usati metodi di pagamento nell’e-commerce è la “ricarica Postepay”, ma è davvero un buon metodo di pagamento??? Immaginiamo di essere sul divano con il nostro smartphone e vediamo un prodotto in vendita su un sito di e-commerce, per comprare bisogna andare in un tabacchino o alle poste (saranno aperti?), aspettare il nostro turno pagare in più 1-2 euro per la ricarica, ci chiedono documento e C.F. e inoltre numero di carta e C.F. del venditore. Oppure … con pochi click si paga con Paypal senza spese e senza documenti.

Paypal ha sede mondiale in California e per l’Europa nel Lussemburgo, è gratuito (non ci sono costi di apertura e chiusura) perché NON è un conto corrente, è “un conto di moneta elettronica”. I depositi versati dai titolari vengono custoditi su un conto corrente presso la Deutsche Bank. Il requisito indispensabile per diventare titolari del conto Paypal è la maggiore età, non ci sono altri requisiti. Registrarsi è facile e non servono documenti, basta e-mail e password, questo è il link per aprire un conto Paypal . Ricevere i pagamenti è altrettanto facile, basterà inviare un link su una chat, mail, oppure inserirlo nel sito di e-commerce, il denaro arriva in tempo reale e non ci sono giorni di attesa. Il link si ottiene qui Paypal.me, e chi lo riceve con un click può trasferire una somma di denaro.

La nostra associazione culturale per la moda offre consulenze di Digital Marketing gratuite per le aziende che vogliono raccogliere le sfide del futuro, chiedi info nella pagina contatti.

Fabrizio Dia, Digital Marketing Manager e Seo Specialist, è Presidente dell’associazione culturale Hostessmodelle.

Sharing