Eliana Sci

Intervista ad Eliana Sci, referente Hostessmodelle per la Sicilia Est, Randazzo (CT)
Insediata a pieno titolo, all’ interno dell’associazione culturale per la moda, Hostessmodelle, Eliana Sci, si concederà al nostro blog, per un’intervista che permetterà di conoscere , in maniera più approfondita, la sua indole eclettica e artisticamente variegata.

Cosa ti ha spinto a collaborare con l’agenzia Hostessmodelle?
La passione viscerale per l’arte fotografica, considerata come espressione raffinata e ricercata, capace di generare percezioni emotivamente piacevoli e coinvolgenti, e l’amicizia ventennale con Fabrizio Dia, che opera nel settore della moda da moltissimi anni, amico che stimo in tutte le sue capacità professionali.

Cosa significa per te, far parte di questa meravigliosa agenzia?
Significa in primis aiutare a portare avanti un principio cardine… sostenere le aziende e appoggiare a tutto tondo il made in Sicily. Questo può essere svolto, anche attraverso le innumerevoli proposte che l’agenzia offre.

Qual è il tuo percorso di formazione culturale?
Sono laureata alla Facoltà di Scienze della Formazione, e tale percorso di studi ha permesso di avvicinarmi al mondo dell’arte, in particolar modo all’ ambito fotografico, con la consapevolezza di voler attraversare questi versanti, con lo scopo di raccontare, anche con cruda veridicità, ambiti spesso delicati e drammatici, scorsi sotto una lente a sfondo psicologico, filosofico, pedagogico e socio-antropologico.

Noto un versante opposto agli scatti di moda…giusto?
In realtà, anche la moda è arte, un binomio sicuramente interessante e in continua evoluzione.

Come definiresti i tuoi progetti fotografici?
Ho iniziato con progetti dove il corpo e la mente erano protagonisti tra sogno e realtà, una visione quasi sempre onirica e spettrale, suggestionata da luci/ombre e insolite sequenze. Amo il linguaggio del corpo, i volti, scomposti o idealizzati, che impongono riverberi ancestrali, lasciando impronte in contesti di vita fatti di angosce ed ansie. Dopo anni di varie ricerche artistiche, più intimistiche e spirituali, ho deciso da qualche anno di indagare con maggior attenzione il mondo della moda, alla luce della mia pregressa “sperimentazione.”

Come interagisci con le ragazze che vogliono approcciare, spesso per la prima volta, al mondo della moda?
Con schiettezza e sincerità, spiegando che si inizia sempre partendo a piccoli passi, per poi poter ingranare e decollare strada facendo, con una dose infinita di professionalità, serietà e forza di volontà. Non trovo giusto dare false speranze, ma è essenziale motivare le ragazze a migliorare e proporre in primis studio e formazione, principi base per poter evolversi con sempre più consapevolezza.

Studio e formazione, tutto ciò come viene proposto alle ragazze che desiderano far parte dell’agenzia?
Attraverso percorsi esperienziali, che vanno dagli shooting fotografici ai corsi di portamento, per procedere con delle proposte concrete, in collaborazione con le aziende siciliane.

Sharing